Scarpe da cuoco comode: come sceglierle nel 2019?



Scarpe da cuoco comode: come sceglierle? Il 2019 è un anno ricco di scelta per i prodotti relativi alla cucina, scarpe da cuoco incluse.

La scelta di questo indumento è molto importante.

Gli chef di tutto il mondo passano ogni giorno tante ore in piedi davanti ai fornelli.

La stanchezza delle gambe è da mettere in conto se si fa questo mestiere ed una buona scarpa può essere di grande aiuto nelle sfide di tutti i giorni.

Ma non è tutto.

La scarpa da cuoco è una scarpa che mette al sicuro il piede dai possibili infortuni che si possono creare in cucina.

C’è da sottolineare che per legge è indispensabile indossare scarpe antinfortunistica per la cucina.

In questo articolo vediamo come scegliere delle scarpe comode, senza spendere una fortuna e che mettano in sicurezza il piede.

Che sia il modello aperto o il modello chiuso c’è l’imbarazzo della scelta.

Ecco i migliori modelli delle scarpe da cuoco del 2019.

 

Scarpe da cuoco comode: come sceglierle?



Scarpe da cuoco comode: come sceglierle? La prima cosa che bisogna fare è capire che tipo di modello si vuole scegliere.

Infatti esistono un’infinità di scarpe da cuoco ma alla base la scelta si scinde su due diversi modelli.

 

Scarpe da cuoco comode aperte

Il primo, sicuramente il più diffuso per via della sua comodità, è il modello aperto.

Si tratta di una scarpa molto comoda in cui il piede può sostenere il peso del corpo su una piattaforma che si adatta alla pianta.

Essendo un modello aperto permette anche una facile respirazione al piede.

Provare per credere, si tratta di una scarpa davvero comoda, che permette di aiutare gli chef professionisti che passano ore e ore in piedi davanti ai fornelli.

Questo è un tipo di scarpa che ha avuto molto successo per via delle caratteristiche che abbiamo appena visto e anche per il fatto che permette di ridurre drasticamente i fastidiosi dolori alla schiena, alle gambe e al piede.

Chi lavora in cucina sa quanto sia importante questo aspetto.

La scarpa da chef è da non sottovalutare perché è uno strumento da cucina permette di rendere ancora di più sui piatti.

Non deve sembrarti assurda questa affermazione: cucinare senza dolori, con una scarpa comoda, che ti permette di non sentire la stanchezza è il modo migliore per concentrarsi solo sulle ricette e sui piatti che si stanno cucinando.

Cucinare senza pensieri e farlo nel modo migliore in cui solo tu lo sai fare.

Questo è il motivo per cui una comoda scarpa da chef è sicuramente uno strumento da cucina indispensabile per fare ancora meglio e, ovviamente, per essere a norma di legge e mettere il proprio piede al sicuro.

 

Scarpe da cuoco comode chiuse

Abbiamo visto che la scarpa da chef aperta è la più diffusa.

Se lavori in cucina te ne sarai reso conto da solo.

Ad ogni modo, un’alternativa molto valida a quest’ultima è sicuramente la scarpa da cuoco chiusa.

Si tratta di un modello che è molto comodo e che permette al piede di avere una maggiore protezione rispetto al modello aperto dato che anche il tallone e la parte posteriore del piede sono coperte da materiale impermeabile e resistente agli urti.

Inoltre, la punta rinforzata di questa scarpa, e la sua forma, danno una maggiore sicurezza.

 

Scarpe da cuoco antinfortunistica



I primi due modelli che abbiamo visto nel primo paragrafo dividono le due grandi categorie delle scarpe da cucina: il modello aperto e il modello chiuso.

Entrambi rispettano quelle che sono le leggi sulla sicurezza del lavoro in Italia.

E’ da evidenziare che parliamo in entrambi i casi di scarpe antinfortunistica professionali.

Infatti sia la scarpa aperta che quella chiusa hanno la punta rinforzata, un elemento necessario dentro una cucina.

Pensa ad esempio ad un coltello professionale da cucina che cade a terra.

Pensa ad un olio bollente o all’acqua in ebollizione che finisce sul pavimento.

Le scarpe da cuoco antinfortunistica possono davvero salvarti da problemi gravi e seri, che potrebbero anche compromettere la tua carriera da chef.

Un altro aspetto molto importante, che si trova su entrami i modelli, è quello legato al fatto che si tratta di scarpe antiscivolo.

I pavimenti delle cucine sono molto scivolosi.

Se lavori nel settore ti sarà capitato di entrare in cucina con delle scarpe da ginnastica e di vedere la difficoltà che hanno a rimanere salde a terra.

Le scarpe da chef restano ferme e ben salde, anche quando il pavimento è bagnato.

Evidenziati questi aspetti, ti potrebbe interessare i 5 modelli davvero comodi delle scarpe da chef.

 

Scarpe da cuoco base e senza puntale

Le scarpe da cuoco base devono rispettare dei requisiti fondamentali, quali:

  • devono essere confortevoli;
  • devono essere leggere;
  • devono avere la punta rinforzata;
  • devono essere impermeabili;
  • devono essere antiscivolo.
Scarpe da cucina e da chef comode
Photo by Michael Browning on Unsplash

 

I modelli che abbiamo visto in questo articolo sono tutti indicativi.

Non c’è un motivo per cui sceglierne uno piuttosto che un altro.

La scelta è molto soggettiva e su Amazon è possibile trovare un’infinità di modelli.

Resta sempre molto valida l’opzione di andare direttamente in un negozio per vederle e provarle.

Ovviamente c’è da dire che i prezzi del web sono molto più competitivi di un negozio fisico ma sicuramente saprai come sceglie meglio per le tue esigenze.

Una cosa rimane molto importante.

Devi sempre e comunque scegliere scarpe che siano professionali.

Come hai avuto modo di leggere in questo articolo, non c’è bisogno nemmeno di spendere grandi somme per avere una buona scarpa.

Evita scarpe da 5 euro che non sono rinforzate, non solo rischi di avere una uniforme non conforme alle vigenti leggi, ma potresti anche finire per farti davvero male in caso di problemi.

Inoltre una scarpa professionale dura davvero tanto nel tempo quindi si tratta di un vero e proprio investimento in tutti i sensi, sia per la tua sicurezza che per la comodità del tuo piede (dettaglio non trascurabile quando si lavora in piedi).

 

Scarpe da cuoco senza puntale? La risposta è no.

Il puntale è una caratteristica fondamentale delle scarpe da chef.

La punta infatti dev’essere rinforzata per mettere il piede in sicurezza da eventuali urti e per evitare che le dita si possano schiacciare in particolari manovre.

Infatti tutte le scarpe da cuoco sono rinforzate o hanno il puntale.

E’ da notare che quest’ultimo non è un elemento che le rende scomode, soprattutto quando parliamo di scarpe professionali come i modelli che abbiamo visto in questo articolo.

Lascia un commento

Privacy Policy Cookie Policy
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: