Pentole in ghisa: vantaggi, svantaggi e i prezzi nel 2020

 

 

Pentole in ghisa: quali sono i vantaggi e gli svantaggi di questo prodotto? Nel 2020 le pentole in ghisa sono diventate di riferimento per tutti coloro che sono alla ricerca di una cucina sicura.

Nonostante la grande informazione dei giorni d’oggi non sembra essere ancora molto chiaro che alcune pentole sono davvero nocive per il corpo umano.

Con questa nuova guida ti voglio parlare delle pentole in ghisa,

di come vengono utilizzate in cucina,

quali sono i vantaggi delle pentole in ghisa,

quali sono i lati negativi,

quando è bene non utilizzarle affatto,

come mantenerle,

i prezzi e i modelli nel 2020.

Alla fine di questo articolo avrai le idee chiare su questo prodotto e soprattutto conoscerai tutti gli elementi necessari per capire se fa al caso della tua cucina e dei tuoi piatti.

Ma la cosa che davvero può fare la differenza è quello di provarne una.

Prova a cucinarci un tuo piatto forte per capire le sue prestazioni.

Per me è stato così.

Ho acquistato la mia prima pentola in ghisa dopo aver letto diverse linee guida dei rivenditori specializzati e dopo aver parlato con persone che già le usavano.

Avevo capito che erano molto salutari e sicure.

Avevo capito che erano degli ottimi conduttori di calore.

Ma solo dopo averci cucinato la prima volta ho compreso le loro prestazioni in cucina.

Assaggiando quello che avevo preparato ho sentito la differenza che le pentole in ghisa portano in tavola.

 

 

Pentole in ghisa 2020

 

Le pentole in ghisa nel 2020 rivestono un ruolo importante nelle cucine italiane e di tutto il mondo.

Si tratta di prodotti che sono entrati timidamente nel mercato italiano e che giorno dopo giorno sono riuscite a farsi apprezzare da centinaia di amanti dei fornelli.

In particolar modo da quelli che oggi guardano al futuro, dagli chef e dagli appassionati di ricette che sono alla ricerca di una cucina salutare.

Partiamo allora dalla prima cosa da sapere: le pentole in ghisa sono tra le più sicure sul mercato.

L’importante è che siano smaltate: uno strato di smalto gli permette di non essere tossiche.

Per questo motivo è bene utilizzarle con mestoli e cucchiai in legno: evita di graffiarle con gli accessori in acciaio.

Vedremo nell’ultimo paragrafo di questo articolo alcuni dei modelli migliori e sicuri delle pentole in ghisa.

Le pentole in ghisa non sono adatte alla cucina da battaglia.

Si tratta di pentole di ottima qualità, tra le più sicure per cucinare, ma anche tra le più delicate.

Se cadono, o se vengono maltrattate, rischiano di subire delle fratture che le rendono inutilizzabili.

Per evitare di romperle devi evitare anche lo shock termico, cosa che invece non succede con altri tipi di materiali.

Infatti dopo la cottura devi lasciare che la pentola si raffreddi e solo dopo potrai cominciare a lavarla.

 

Pentole in ghisa vantaggi e svantaggi

 

Io ho portato nella mia cucina due bellissime pentole in ghisa che utilizzo per cotture mirate.

Mi ci trovo davvero bene, soprattutto per i legumi e le zuppe.

I vantaggi delle pentole in ghisa superano di molto gli svantaggi.

Ti dico questo per l’idea che mi sono fatto nel provarle e non tanto per le cose che ho letto.

Sicuramente avrai modo di capire leggendo questo articolo fino alla fine.

Arrivando fino in fondo ti potrai fare una tua idea.

 

Vantaggi delle pentole in ghisa

Sicure: le pentole in ghisa sono estremamente sicure, l’importante è che siano di qualità.

Evita le pentole in ghisa antiossidanti che presentano gli stessi problemi di tutte le pentole rivestite dalle patine antiaderenti.

Qualità in cucina: le pentole in ghisa ti permettono di non alterare il sapore del cibo, lasciando le tue ricette fedeli alle tue abilità.

Risparmio energetico: le pentole in ghisa ti permettono di avere un risparmio energetico a partire dalla prima volta che le usi.

La loro composizione non solo gli permette di avere una graduale distribuzione del calore (evitando di bruciare il cibo nel fondo della pentola e di lasciare semicrudo quello in superficie) ma anche di mantenere questo per un lungo periodo di tempo rispetto alle altre pentole.

In pratica la pentola in ghisa continua a cuocere anche a fuoco spento.

Se, ad esempio, stai cuocendo una zuppa, una volta che il contenuto è quasi cotto puoi tranquillamente spegnere il fornello e lasciare la tua pentola in ghisa a continuare a cuocere con il coperchio ben chiuso.

Ti accorgerai che la cottura andrà avanti a lungo nonostante che hai spento il fuoco.

Infatti ti invito ad usarle particolarmente per le cotture lunghe, come quelle per i legumi, le zuppe, l’arrosto e così via.

Versatili: quando ci riferiamo alle pentole in ghisa parliamo di strumenti da cucina che si adattano a tutte le situazione.

Puoi usare le pentole in ghisa per:

In casa mia non uso solo le pentole in ghisa, quello no.

Ne ho comprate due fatte in ghisa, di diverse dimensioni, con le quali ho fatto praticamente quasi tutto.

Le puoi adattare per ogni situazione.

Con cucina ad induzione funzionano grazie al fatto che le pentole in ghisa sono composte da una lega di ferro-carbonio.

Oggi stanno andando anche molto gli adattatori per questo genere di cottura per la quale ti invito a leggere le pentole ad induzione e i relativi adattatori.

Assorbono gli odori e i sapori: saranno in molti a dirti che questo è una aspetto negativo delle pentole in ghisa.

Io sostengo il contrario e lo faccio dopo aver provato nella mia cucina una pentola in ghisa.

Quest’ultima sembra quasi viva.

Quando cucini tende ad assorbire l’odore della tua ricetta.

Sembra quasi che si adegui al tuo piatto.

E’ una cosa davvero particolare che fa la ghisa.

Si amalgama con la ricetta di turno.

Questo porta ad un risultato finale sublime: il sapore di quello che cucini rimane completamente inalterato, segue i tuoi ingredienti e non la composizione della pentola.

Il risultato finale sono un sapore forte, profondo, intenso.

Lo devi provare per capire.

Questo è il motivo per il quale metto questo aspetto tra i positivi.

Diverse persone me ne hanno parlato come un difetto:

la ghisa trattiene gli odori!

E’ vero.

L’ho sperimentato io stesso.

Ma è anche vero che è proprio questo aspetto che darà ai tuoi piatti un sapore ancora più intenso.

La ghisa è il classico strumento che porta sulla tua tavola del valore aggiunto.

Una volta che hai finito di cucinare ti basta far freddare la pentola, lavarla sotto acqua corrente e se senti che trattiene troppo l’odore ti basta metterci dentro dell’acqua con giusto un dito di aceto e farla bollire per qualche istante.

La tua pentola tornerà come nuova, sarà pronta alla prossima sfida.

 

Svantaggi delle pentole in ghisa

Delicate: le pentole in ghisa sono tra i prodotti più sicuri sul mercato così come sono tra i più delicati.

Se fratturi la ghisa la pentola è da buttare.

Le fratture possono essere generate da una caduta (essendo molto pesanti e delicate basta poco perché si rompano) o anche dallo shock termico.

Infatti le devi sempre far freddare prima di metterle sotto l’acqua fredda.

Pesanti: le pentole in ghisa pesano decisamente di più rispetto a quelle composte da materiali diverse, come ad esempio l’acciaio o le pentole in rame.

Questo ti potrebbe mettere nella condizione di avere una pentola poco maneggevole, soprattutto quando è piena e bollente.

Lavaggio: ti consiglio vivamente di non lavarle in lavastoviglie perché potresti rovinare il suo rivestimento in ceramica.

Inoltre non le devi lavare con le spugne metalliche o con la parte della spugna abrasiva.

Evita anche il più possibile i detersivi aggressivi che possono compromettere lo strato di rivestimento.

Ho inserito questo aspetto tra gli aspetti negativi delle pentole in ghisa ma una cosa te la devo dire.

Evita le spugne in metallo e i detersivi aggressivi in generale.

Ho lavorato per diversi anni come chef a Londra e ti posso dire che nelle cucine professionali, dove ci sono dei reali chef professionisti, le spugne di metallo non vengono quasi mai usate.

Lo so che sono comode quando il cibo rimane attaccato sulla pentola ma sono davvero pericolose.

Infatti quando strofini possono rimuovere parti della tua pentola che sono impercettibili ad occhio nudo e questo può compromettere l’usabilità di qualsiasi prodotto.

Ma non solo.

Le spugne in metallo spesso si rompono e finiscono per rilasciare piccoli frammenti di metallo nelle tue pentole che a loro volta rischiano di finire nei tuoi piatti.

Credimi che è facile non accorgersene.

Quindi c’è da dire che lo svantaggio principale delle pentole in ghisa sono sicuramente il fatto che sono prodotti più delicati.

Tuttavia la pulizia di tutte le pentole in generale non dev’essere mai aggressiva.

 

Pentole in ghisa i prezzi nel 2020

I prezzi delle pentole in ghisa variano di modello in modello.

Anche qui fa molto la differenza cosa si sceglie, come in tutto del resto.

Ma l’importante, quando parliamo di cucina, è scegliere prodotti buoni, professionali.

Sono proprio questi ultimi a fare la differenza nei nostri piatti, a durare nel tempo ma soprattutto ad essere buoni alleati della nostra salute.

Una pentola in ghisa non rivestita da uno strato di ceramica può essere nociva.

Per questo bisogna prende prodotti di qualità ed in questo paragrafo ci occuperemo di vedere alcuni dei migliori modelli nel mercato, come le pentole in ghisa made in Italy.

 

 

Ma non è tutto.

Spesso vedo persone che acquistano le pentole a 5 euro alla bancarella sotto casa.

Ti invito a non fare questo errore e soprattutto a non ascoltare che ti dice che un prodotto vale l’altro.

Non solo parliamo della tua sicurezza e di quella delle persone per cui ogni giorno cucini, ma parliamo anche di un ritorno economico.

Sono riuscito a far ricredere la mia ragazza su questo aspetto.

Un giorno lei mi ha fatto presente che non avrebbe mai speso 50 euro per una pentola vedendomi spendere la medesima cifra per una pentola in ghisa Agnelli.

Ti premetto che sono tra le più buone sul mercato e ho visto che oggi le trovi anche a meno di cinquanta euro.

Non solo le ho spiegato il motivo della mia scelta ma con il tempo si è dovuta ricredere.

Acquistare una pentola di qualità non è solo una cosa importante per la tua salute e per quella di chi siede alla tua tavola.

E’ anche un investimento.

Mia madre ha a casa una pentola che ha acquistato quando io ero piccolo.

Ti parlo di una pentola in acciaio inox ma il principio e la morale della favola sono gli stessi.

Non sto scherzando.

La pentola che ho acquistato 5 anni fa della Agnelli è tutt’oggi intatta, prestante e ci ho cucinato delle cose sublimi.

Ti assicuro che una pentola di scarsa qualità non solo avrebbe introdotto nel mio organismo sostanze nocive, ma allo stesso tempo sarebbe durata massimo un anno.

Ogni anno avrei dovuto spendere 10 euro per cambiarla, ritrovandomi a spendere nel tempo di più per quello che ho speso per un prodotto che:

  • è sicuro;
  • non altera i sapore delle mie ricette (e se ami cucinare sai l’importanza di questo passaggio);
  • durerà un’intera vita.

Sinceramente non rischierei mai di ammalarmi per spendere trenta euro in meno per acquistare una pentola che tra l’altro mi dura tutta la vita se ci sto attento.

Magari nel giorno in cui leggerai l’articolo i prezzi saranno ancora più bassi dato che sempre più persone acquistano questi prodotti di qualità.

 

 

Come specificato sopra, le pentole in ghisa distribuiscono il calore in modo graduale e lo mantengono per un lungo periodo.

Questo significa anche che i suoi manici saranno bollenti durante la cottura.

Ad ogni modo sul mercato trovi tante pentole in ghisa con i manici rivestiti di materiale isolante che ti metteranno nella condizione di avere una presa più sicura.

In ogni caso la classica presa con un guanto da forno o con uno straccio da cucina va più che bene (io utilizzo sempre quest’ultimo, lo piego più volte e poi ci afferro qualsiasi cosa).

Sempre rimanendo in casa, ho visto che oggi anche la Bialetti sta avendo successo con le sue pentole in ghisa, per le quali che creato delle vere e proprie batterie di pentole in ghisa.

Devo essere sincero che non ho avuto ancora modo di provare questo prodotto della Bialetti.

 

 

In ultimo ti posso dire che anche le pentole in ghisa francesi stanno riscuotendo successo.

Ho visto che molte case hanno dei prezzi piuttosto alti ma la qualità è garantita come nel caso delle pentole in ghisa francesi della Creuset.

Se con il tempo proverò direttamente altri prodotti li aggiungerò a questa guida.

 

Conclusione

Arriviamo alla fine di questo articolo con le idee sicuramente più chiare per quanto riguarda le pentole in ghisa.

Immagino che ti sarai fatto ora una tua opinione personale e sono estremamente convinto che sai se valga la pena portarle all’interno della tua cucina.

Personalmente ti posso dire che io mi ci trovo molto bene e che in alcune cotture sono davvero prestanti.

Come ti ho già detto ne ho due e non le uso come pentole principali, ma ti assicuro che per determinati piatti faranno la differenza.

Soprattutto nei periodi freddi, quando vorrai cucinare delle belle portate profumate e fumanti, la pentola in ghisa sarà il tuo alleato migliore in cucina.

Buona lavoro.

Lascia un commento

Privacy Policy Cookie Policy
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: