Migliori coltelli Giapponesi: i 13 principali modelli




Migliori coltelli Giapponesi: quali sono? In questo articolo scopriamo quelli che sono i modelli principali dei coltelli giapponesi, quali:

  1. Santoku;
  2. Nakiri;
  3. Gyuto;
  4. Deba bocho;
  5. Tako Hiki;
  6. Yanagi Ba
  7. Usuba Bocho;
  8. Fugu Hiki;
  9. Udon Kiri;
  10. Soba Kiri;
  11. Oroshi Bocho;
  12. Hancho Bocho;
  13. Unagisaki Hocho.

Tieni presente che i coltelli giapponesi si adattano molto a quella che è la cucina del Giappone.

Quindi la maggior parte dei coltelli che abbiamo visto in questo primo elenco non viene solitamente utilizzata nella cucina italiana e più in generale in quella europea, ad eccezione di alcune lame che avremo modo di approfondire.

Infatti oggi molti chef professionisti non solo si appoggiano alla qualità dei prodotti giapponesi ma anche alle caratteristiche e alle forme dei loro coltelli.

Quello più diffuso è senza alcun dubbio il Santoku.

 

I migliori coltelli Giapponesi



Quali sono i migliori coltelli da cucina giapponesi? Lo vediamo in questo paragrafo.

Se sei alla ricerca dei migliori coltelli giapponesi hai davanti a te un mercato che ti offre davvero un’ampia scelta.

Alla fine di questo articolo avrai sicuramente le idee chiare per decidere cosa è meglio per te.

Quello che posso dirti con certezza però è che se sei uno chef professionista o un appassionato di cucina non puoi non avere il miglior coltello da cucina giapponese: il Santoku.

 

1 – Santoku

Il Santoku è uno dei migliori prodotti che trovi in circolazione.

Nel definirlo uno dei migliori coltelli non mi riferisco al mercato giapponese ma a quello mondiale.

Precisione.

Leggerezza.

Bilanciamento.

Il Santoku viene definito il coltello delle tre virtù.

Lo puoi utilizzare per la carne.

Lo puoi utilizzare per il pesce.

Lo puoi utilizzare per le verdure.

Appunto il coltello delle tre virtù.

Ma posso dirti che è molto di più.

Puoi usare il Santoku tranquillamente come coltello da chef e credimi: se decidi di dargli una possibilità diventerà il tuo miglior amico in cucina.

Con un buon Santoku vicino ti sentirai sempre all’altezza di ogni situazione.

Prova il Santoku della Miyabi per capire di cosa sto parlando.

 

2 – Il coltello da cucina giapponese Nakiri

E’ uno di quei coltelli che una volta che lo provi non torni più indietro.

Ho aspettato davvero tanto prima di acquistarne uno.

Ero indeciso perché si tratta di un coltello che si utilizza solo per le verdure.

Un giorno l’ho acquistato.

Me ne sono innamorato ed oggi lo porto con orgoglio nella mia sacca di coltelli da cucina.

Il Nakiri è un coltello giapponese molto utilizzato, ha una lama estremamente affilata a rettangolare.

Viene usato solo ed esclusivamente per le verdure.

Si tratta di una lama molto speciale perché ti permette di portare davvero qualcosa in più nella tua tavola.

Tritare e tagliare verdure diventerà un aspetto piacevole in cucina.

Credimi che anche chi assaggia i tuoi piatti noterà la differenza.

 

3 – Gyuto 

Si tratta di un coltello molto pratico perché utilizzato ed impiegato sia per la lavorazione delle verdure, sia per la lavorazione della carne.

Molti chef lo utilizzano quando hanno davanti a loro ricette che prevedono entrambi gli ingredienti.

 

4 – Deba Bocho

Si tratta di un coltello molto utilizzato dagli chef giapponesi, è un vera e propria mannaia, molto simile a quella che utilizziamo in Italia.

Tuttavia gli chef giapponesi utilizzano il Deba Bocho solo per il pesce.

 

Modelli coltelli Giapponesi



Le lame che provengono dal Giappone sono concepite diversamente da quelle prodotte in Europa.

Ci sono delle caratteristiche rilevanti che tutt’oggi differenziano i prodotti.

I migliori coltelli giapponesi infatti sono affilati solo da un lato.

Secondo gli antichi produttori questo è un modo per rendere la lama ancora più affilata.

Difficile dargli torno, soprattutto dopo aver utilizzato una delle loro lame.

 

5 – Tako Hiki

Il Tako Hiki è un coltello che viene impiegato per affettare il Sashimi.

Lo stesso vale per il Yanagi Ba.

 

6 – Yanagi Ba

Il coltello giapponese Yanagi Ba viene utilizzato per affettare pesce fresco, solitamente è utilizzato per il piatto sashimi.

 

7 – Usuba Bocho

Si tratta di un altro coltello giapponese estremamente affilato che viene utilizzato solo per il taglio delle verdure.

Si tratta di un coltello molto professionale infatti sono soliti ad averlo solo gli chef professionisti nelle loro cucine.

 

8 – Fugu Hiki

Si tratta di un coltello molto particolare.

Viene utilizzato per il pesce ma ha un preciso compito: la lavorazione del fugu.

Il fugu è un piatto della cucina giapponese (da cui prende nome anche il coltello) ed è a base di pesce palla.

Quest’ultimo pesce contiene al suo interno una dose di veleno che dev’essere trattato e lavorato prima di rendere il piatto commestibile per il corpo umano.

Così gli chef giapponesi utilizzano solo il Fugu Hiki per questo piatto, data la delicatezza del suo compito.

 

9 – Udon Kiri

Si tratta di un coltello specifico, utilizzato solo per la lavorazione della pasta, o meglio dell’udon, la classica pasta giapponese.

 

10 – Soba Kiri

E’, come l’Udon Kiri, un coltello specifico per la pasta fatta prevalentemente con il grano saraceno che prende nome di Soba.

 

11 – Oroshi Bocho

Si tratta di un coltello da cucina giapponese molto lungo e affilato, utilizzato solo per sfilettare il tonno.

Ma non è l’unico.

Infatti spesso questa lama è affiancata dal Hancho Bocho.

 

12 – Hancho Bocho

La cucina giapponese è ricca di pesce e ci sono dei coltelli che sono specifici per un tipo di animale.

Il Hancho Bocho è un coltello molto affilato che viene utilizzato per sfilettare il tonno.

 

13 – Unagisak Hocho

Si tratta di un coltello specifico per l’anguilla, infatti si trova solo nelle cucine di alcuni ristoranti.

 

Quali sono i migliori coltelli Giapponesi?

I coltelli da cucina giapponesi sono molto simili alla katana.

Non a caso sono dei coltelli estremamente affilati.

Infatti al loro interno sono composti da un strato di acciaio molto duro.

Quest’ultimo viene ricoperto dall’acciaio inossidabile che permette alla lama di durare nel tempo.

Quali sono i migliori coltelli giapponesi? A mio avviso continuano ad essere quelli artigianali.

Io sono uno di quelli che acquista i coltelli da cucina generalmente online.

Costano anche meno della metà rispetto ai rivenditori che trovi per strada.

Se non ci credi prova a comparare i prezzi di Amazon con quelli dei negozi specializzati.

Inoltre la comodità di non girare con una lama è davvero grande: organizzi la spedizione a lavoro o a casa e non hai problemi di uscire con un coltello da cucina.

Ma se cerchi un coltello da cucina artigianale lascia perdere il web.

Devi trovare un produttore che lo crea ancora con le sue mani.

Io ho avuto la fortuna di acquistare un coltello da cucina giapponese artigianale a Londra, in un piccolo negozio specializzato vicino la stazione di Baker Street.

Lo custodisco oggi gelosamente a casa mia.

Se poi ti capita di fare un viaggio in Giappone non avrai che l’imbarazzo della scelta.

Se, invece, cerchi qualcosa di davvero buono online puoi andare a colpo sicuro con le lame dei coltelli da cucina della Miyabi, prodotti tutt’oggi secondo gli standard della produzione giapponese.

Si tratta di lame uniche, di coltelli che una volta che si provano non si lasciano più.

Ma non solo.

Si tratta di prodotti che con la dovuta manutenzione non si usurano mai grazie ai diversi strati di acciaio che compongono la lama.

 

Conclusione

In questo articolo hai avuto modo di conoscere più da vicino la cultura giapponese.

Spero che hai preso in considerazione l’idea di portare i tuoi piatti ad un livello superiore grazie ai migliori coltelli giapponesi.

Come avrai avuto modo di capire il Santoku e il Nakiri sono i coltelli che più si avvicinano alle nostre cucine.

Ad ogni modo, se hai l’esigenza di fare dei lavori specifici, puoi scegliere tra molti altri prodotti.

Buon lavoro!

Lascia un commento

Privacy Policy Cookie Policy
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: