Mannaia da cucina: cos’è e i migliori modelli professionali

Ultima modifica 28 01 2021 alle 08:53

 

La mannaia da cucina è un coltello da cucina molto robusto che viene utilizzato prevalentemente per tagliare le carni con osso, pesce, verdure e frutta particolarmente dura.

Si tratta di un prodotto da taglio che facilmente si trova nei set da cucina degli chef professionisti o degli addetti ai lavori, come macellai e salumieri.

E’ più difficile da trovare nelle cucine di casa, infatti quest’ultimo aspetto dipende molto dal tipo di piatti che si preparano.

Tuttavia, se sei finito a leggere le righe di questa guida alla mannaia da cucina ti starai chiedendo se fa al caso tuo o meno.

Nei paragrafi che seguono voglio farti capire quale sono i principali compiti di questo prodotto da taglio e i migliori modelli nel mercato attuale.

 

 

Mannaia da cucina: cos’è?

 

Mannaia da cucina significato: la mannaia da cucina è un coltello da cucina dalle dimensioni grandi, con la lama rettangolare, smussata negli angoli, che garantisce tagli con colpi precisi, prevalentemente per carne, per spezzare gli ossi o per gli alimenti molto duri.

Alcuni modelli hanno un foro nella parte superiore che consente di appendere la mannaia ad un gancio, pratica molto utilizzata nelle macellerie, nelle salumerie e nelle cucine professionali.

Si tratta di un prodotto da taglio che è sempre presente nelle cucine professionali, un po’ meno nelle cucine di casa.

Infatti al giorno d’oggi i consumatori sono prevalentemente spinti ad acquistare carne disossata e alimenti che non prevedono una lavorazione faticosa, un compito che solitamente è lasciato alla mannaia e agli appassionati da cucina.

Proprio così.

Devi infatti sapere che per determinate ricette c’è bisogno di acquistare le materie prime quasi al loro stato naturale.

Basta pensare se si ha la necessità di fare un brodo di carne, oppure se si vuole decidere il taglio di una bistecca o lavorare con le ossa.

Ma non è tutto.

La mannaia da cucina è quello strumento che prima o poi torna sempre utile.

Una zucca molto dura?

Radici?

Un pesce ancora congelato?

Arriva sempre il momento in cui la mannaia da cucina torna comoda, ed è proprio quello il momento un cui si capisce di aver fatto bene ad acquistarla.

Mannaia da cucina
Photo by SHOT on Unsplash

 

Mannaia da cucina professionale

 

Le caratteristiche di una mannaia da cucina professionali devono essere:

  • manico robusto per garantire una presa sicura e affidabile dato che è un coltello che va usato con forza;
  • lama in acciaio inossidabile;
  • affilata e prestante tra un taglio e l’altro.

 

A differenza degli altri tipi di coltelli da cucina, che hanno come caratteristica principale il filo della lama, la mannaia deve essere prevalentemente robusta, quindi la lama in acciaio inox è indispensabile dato che è un coltello che si usa con forza e non con precisione.

 

Il manico della mannaia è un altro aspetto molto importante dato che la presa su questo prodotto da taglio è essenziale per riuscire nel suo compito e per lavorare in sicurezza.

I modelli che vediamo in questa guida hanno tutti una presa decisa e affidabile, ma trovi molti altri modelli che offrono questa caratteristica di cui non devi fare assolutamente a meno.

 

Un coltello da cucina professionale è alla base per chi lavora o ama questo settore.

Non c’è un motivo valido per cui acquistare un coltello da cucina economico, e quindi non professionale.

Il mercato di oggi offre dei prodotti a basso costo e di scarsa qualità, lame che tagliano poco, male e che dopo pochi mesi sono praticamente inutilizzabili.

Un coltello da cucina professionale si acquista anche partendo da una somma di 50 euro, ma è un prodotto da taglio che dura anche più di 30 anni, se tenuto con le dovute accortezze, ovvero:

  • lavarlo e asciugarlo dopo averlo utilizzato (lavare sempre a mano, mai in lavastoviglie);
  • riporlo sempre in un luogo sicuro;
  • affilarlo con regolarità.

Così, con una spesa di circa 50 euro puoi avere un coltello che non solo dura tutta la vita, ma che è anche estremamente affilato e deciso tra una ricetta e l’altra.

L’alternativa è quella di spendere 10 euro per avere un prodotto di scarsa qualità, che non taglia come dovrebbe e che dopo pochi mesi è letteralmente da buttare (massimo dopo un anno di vita se sei fortunato).

Ma cosa centra tutto questo con la mannaia da cucina professionale?

Arrivo al punto.

La mannaia da cucina è già di per sé un coltello da cucina particolare, che si decide di acquistare in base a determinate esigenze o se si è appassionati del settore.

Data questa considerazione, non c’è alcun motivo valido per acquistare una mannaia da cucina che non sia professionale.

Infatti la mannaia ti accompagnerà nei compiti più difficili, quelli in cui bisogna usare la forza, quindi hai bisogno di una mannaia professionale, ovvero di un prodotto da taglio:

  • robusto;
  • affilato;
  • deciso;
  • prestante.

Queste caratteristiche le troviamo solo in una mannaia di cacina professionale per la quale non c’è nemmeno da spendere delle cifre esorbitanti.

Ma non è tutto.

La mannaia da cucina è una di quelle lame che difficilmente si rompono o devono essere cambiante.

In poche parole l’acqisti una volta sola nella vita.

Un chiaro esempio ne è la mannaia da cucina professionale della Wusthof, robusta, affilata e affidabile, con una lama da 18 cm che non delude mai.

 

 

E proprio su quest’ultimo prodotto voglio spendere altre due righe.

I coltelli della Wusthof sono stati il mio primo investimento in cucina.

Ho speso circa 100 euro per tre diverse lame che dopo più di 5 anni fanno ancora parte del mio set e tagliano come il primo giorno.

Con questo penso di averti reso chiara l’importanza di un buon coltello da cucina, nonché di una mannaia da cucina professionale.

 

Mannaia da cucina giapponese

 

La mannaia da cucina giapponese ha il nome di Nakiri ed è un coltello da cucina diverso rispetto alla mannaia da macellaio che viene utilizzata in Italia, in quanto la mannaia da cucina giapponese è utilizzata solamente per sminuzzare le verdure.

Proprio così.

La mannaia da cucina giapponese si chiama Nakiri e nella cucina orientale viene utilizzata solo per il taglio delle verdure.

E’ senza alcun dubbio un prodotto da taglio molto robusto, ma la sua qualità principale è l’affilatura della lama.

Se lavori spesso con i vegetali, ti invito vivamente a provare il Nakiri.

Credimi, merita una possibilità.

Ho acquistato la mia prima mannaia da cucina giapponese diversi anni fa e me ne sono lettarlmente innamorato, è una lama di cui non faccio più a meno.

E’ sempre lì a portata di mano, la utilizzo solo per tagliare le verdure e gli ortaggi in generale.

La sua forma rettangolare, la presa decisa e la lama affilata permettono di fare tagli decisi e prestanti.

 

 

Mannaia da cucina cinese

 

La mannaia cinese ha una forma più rettangolare e squadrata rispetto alla mannaia da macellaio, ed è anche molto più affilata perché nella cucina cinese questo prodotto da taglio viene utilizzato per compiti diversi come trinciare e sminuzzare.

La mannaia da cucina cinese, quindi, è uno strumento molto diverso rispetto alla mannaia da cucina occidentale, o comunque usata nella cucina italiana.

Infatti la mannaia cinese non dev’essere utilizzata per spezzare le ossa. La sua lama affilata ha dei compiti più nobili e delicati, come trinciare la carne, il pesce o sminuzzare le verdure.

La mannaia cinese è un prodotto davvero comodo da avere in cucina, uno strumento non molto utilizzato dagli chef italiani, ma di cui ci si innamora facilmente.

Puoi fartene un’idea con la mannaia da cucina cinse della Zwilling, un prodotto che si combina in modo unico tra qualità e prezzo.

 

 

Mannaia da cucina da macellaio

 

Lo sapevi che la mannaia da cucina da macellaio è usata dall’uomo fin dai tempi della preistoria?

Proprio così.

Tra i primi rudimenti rotrovati appartenenti all’uomo c’è una mannaia.

All’epoca sicuramente non rispettava le caratteristiche delle moderne mannaie da macellaio professionali, ma il suo utilizzo era davvero indispensabile dopo una giornata di caccia.

Ma non solo.

La mannaia veniva anche utilizzata per cacciare e per costruire.

Oggi la mannaia da macellaio è sicuramente quella più utilizzata, nonché quella a cui ci riferiamo in Italia ogni volta che parliamo della mannaia da cucina.

Le caratteristiche di una buona mannaia da macellaio sono senza alcun dubbio:

  • le sue dimensioni;
  • la sua robustezza;
  • l’affilatura della lama;
  • la presa sicura del manico.

La mannaia da macellaio serve infatti per tagliare considerevoli pezzi di carne e permette di lavorare anche con le ossa.

Si tratta di uno strumento necessario ed indispensabile per chi lavora molto con la carne e in macelleria.

La mannaia da macellaio più diffusa in Italia è senza alcun dubbio quella della Sanelli e lo è per la sua qualità.

 

 

Lascia un commento

Privacy Policy Cookie Policy
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: