Cucina induzione nel 2019? Consumi, prezzi, pro e contro

 

 

Cucina induzione nel 2019: quali sono i prezzi, i consumi e gli aspetti negativi e positivi? La cucina ad induzione diventa giorno dopo giorno sempre più popolare.

Sono davvero tante le famiglie che hanno deciso di affidarsi a questa tecnologia per cucinare.

Ma non solo.

Sono anche tante le cucine professionali che hanno deciso di sposare i forni e i fornelli della cucina ad induzione.

Se stai pensando di acquistare una cucina ad induzione o ne vuoi sapere di più, in questo articolo ti voglio illustrare gli aspetti più importanti da tenere presente quando si parla di forni ad induzione, in particolare:

cosa significa avere una cucina ad induzione nel 2019;

quali sono i consumi della cucina ad induzione;

quali soni i costi e i prezzi;

quali sono i pro e i contro.

Alla fine di questo articolo avrai le idee molto più chiare su questo argomento.

 

 

Cucina induzione nel 2019

 

La cucina a induzione nel 2019 si è diffusa in molte famiglia italiane.

Ma non solo.

Diverse cucine professionali hanno optato per questo genere di fornelli al posto dei classici a gas.

Cerchiamo allora di capire meglio il perché partendo dalle basi.

Cucina induzione 2019: cos’è? La cucina ad induzione è composta da fornelli che utilizzano il principio dell’induzione elettromagnetica per trasmettere il calore alle pentole.

In qualche modo si tratta di un piano cottura che ha rivoluzionato la classica cucina a gas.

Infatti la cucina ad induzione viene azionata da energia elettrica tramite la trasmissione diretta ad un bobina.

Quest’ultima crea un vero e proprio campo magnetico che trasmette calore sulla superficie (piano cottura), composta in vetroresina, quando questa entra a contatto con acciaio e ferro.

Infatti la cucina ad induzione funziona solo ed esclusivamente con le relative pentole e padella ad induzione.

Abbiamo visto la tecnologia del piano cottura ad induzione.

Ma ora è arrivato il momento di dirti come questa funziona durante la cottura.

I fornelli ad induzione sono molto potenti, soprattutto se paragonati con la classica cucina a gas.

Infatti il loro rendimento è molto alto.

Le moderne cucine ad induzione riescono a portare un litro d’acqua in ebollizione in meno di tre minuti grazie alla loro tecnologia e grazie alla scarsa dispersione termica.

Come ti dicevo prima, la cucina a induzione funziona solo a contatto con le relative pentole, quindi anche se sono in funzione, ma non ci viene poggiato sopra materiale come il ferro e l’acciaio, non si forma il campo elettromagnetico e quindi non entrano in azione, non emanano calore.

Il piano di cottura ad induzione è fatto in vetroresina e la tecnologia impiegata per la sua realizzazione fa in modo che a scaldarsi sia solo la parte relativa alla piastra, il resto del piano rimane freddo.

Inoltre, anche quando finisci di cucinare, sono dotati di piccoli display che continuano ad indicare quali parti del piano sono ancora caldi.

La cottura dei cibi beneficia molto di questo tipo di cucina grazie alle sue qualità come la potenza e l’assenza di dispersione di calore.

Se sei un appassionato di cucina o sei un professionista devi sapere che la cucina ad induzione può permetterti di avere quel qualcosa in più.

Questo è anche un aspetto che si trova oggi nelle nuove cucine elettriche.

 

Cucina induzione consumi

 

Cucina induzione consumi: quali sono? Sotto l’aspetto dei consumi della cucina a induzione ci sono delle cose che è bene sapere.

Con un forno ad induzione la spesa relativa all’energia elettrica inevitabilmente aumenta.

C’è da dire che di contro i consumi di gas scenderanno.

Da questo punto di vista è possibile dire che ci saranno delle variazioni di consumi (più energie elettrica e meno gas) anche se la bolletta della luce sarà leggermente più alta a parità di consumo, con quella del gas.

In pratica quello che spendevi per il gas finirai per spenderlo in energie elettrica al quale dovrai aggiungere circa un 20% in più.

Da questo punto di vista parliamo di un discorso a favore della cucina a gas se ci soffermiamo sui consumi, anche se la differenza non è molto elevata.

La tecnologia utilizzata per i forni a induzioni può richiedere un contratto di energie elettrica più prestate rispetto a quello standard (ma non sempre è necessario).

Sotto questo aspetto è bene sempre consultarsi con il fornitore del prodotto (chi ti vende la cucina a induzione) e il proprio gestore di energia elettrica, per capire se bisognerà richiedere un cambio di contratto, magri da 3, da 4,5 kw o superiore.

 

Cucina induzione i prezzi nel 2019

In questo paragrafo ti voglio indicare quelli che sono i prezzi della cucina ad induzione nel 2019.

La prima cosa che devi sapere è che anche per l’anno corrente, in media, una cucina ad induzione è più cara rispetto a quella a gas.

Questo aspetto è dettato dal fatto che i materiali impiegati per la sua composizione sono di alta qualità, in particolar il piano cottura, che viene fatto in vetroceramica.

Quest’ultimo materiale è molto resistente e nonostante le alte temperature a cui è soggetto durante la cottura non si rovina (in media può arrivare anche a 800 gradi senza problemi).

Se pensi che i prezzi sono troppo elevati puoi provare le piastre ad induzione da appoggio.

Si tratta di vere e proprie piastre ad induzione che non richiedono grandi somme per essere acquistate e che sono rimovibili (quindi non devi fare alcun tipo di lavoro).

Le migliori che ho avuto modo di provare sono quelle della Buffalo, mi è capitato di usarle dentro la cucina di un albergo che utilizzava solo questa tecnologia per il suo piccolo menù.

Si tratta delle migliori in circolazioni, sono sicure, pratiche, rimovibili ma soprattutto molto potenti (rimarrai davvero sorpreso di quest’ultimo aspetto).

Tuttavia ce ne sono molti altri modelli tra cui puoi scegliere e questo della Hi-Tech è il giusto compromesso tra qualità e prezzo, sopratutto perché dispone di una doppia piastra.

Su Amazon questi prodotti li trovi ad un prezzo di partenza di circa 100 euro mentre nei principali negozi specializzati solitamente a più del doppio (prova a fare il confronto con quello più vicino a casa tua per vedere se ti conviene o meno).

Da questo punto di vista ti consiglio l’acquisto online solo per le piastre rimovibili.

Se vuoi installare una cucina a induzione in casa parla bene con il fornitore per capire meglio tutti gli aspetti che abbiamo trattato in questo articolo che ti aiuteranno a non essere impreparato davanti ai preventivi che ti verranno offerti.

Ti dico questo soprattutto per quanto riguarda l’aspetto legato ai lavori da fare a casa e al possibile cambio del contratto di energia elettrica, per il quale ti conviene anche fare una contro prova contattando il tuo gestore telefonico.

Sotto questo aspetto il contatto diretto con il fornitore potrebbe essere più pratico.

 

Cucina induzione pro e contro

Cucina a induzione pro e contro: quali sono? Vediamo quali sono gli aspetti positivi e negativi dei forni a induzione.

Prima di iniziare ti voglio dire che personalmente li trovo molto belli da vedere.

Non inserisco questo aspetto tra i lati positivi e negativi perché si tratta più di un mio giudizio personale, ma non voglio negarti che il design della cucina ad induzione è molto bello da vedere.

 

Cucina induzione pro:

  • maggiore velocità di cottura dei cibi;
  • regolazione digitale della potenza di cottura;
  • forte concentrazione di calore sulle pentole con la quasi totale assenza di dispersione di calore;
  • la piastra si attiva solo se entra a contatto con le relative pentole a induzione riducendo il rischio di scottarsi;
  • niente rischi legati alle possibili fughe di gas dato che si tratta di prodotti che vengono alimentati solo ed esclusivamente ad energia elettrica;
  • sono molto facili da pulire.

 

Cucina induzione contro:

  • la cucina ad induzione ha un prezzo di mercato più alto rispetto alla classica cucina a gas;
  • il consumo di energia elettrica è più elevato, a parità di condizione, con il consumo del gas;
  • possibilità di dover cambiare il contratto di energia elettrica (ma non è detto quindi informati sempre come abbiamo visto nei paragrafi precedenti).

 

C’è un aspetto che non voglio volutamente inserire negli aspetti negativi.

Come ti dicevo, le cucine ad induzione possono essere usate solo con le relative pentole.

Tuttavia esistono degli adattatori che ti permettono di utilizzare le pentole a cui sei affezionato (o quelle che usi per una questione di salute come le pentole in ghisa o terracotta).

Questi adattatori costano davvero poco e ti permettono di utilizzare la cottura ad induzione con qualsiasi pentola.

A tal proposito ti potrebbe interessare Cucina a gas o a induzione, una guida passo per passo tra chi è indeciso tra questi due prodotti.

Conclusione

Spero con questo articolo di averti chiarito ogni aspetto della cucina a induzione.

Se decidi di sposare questo metodo di cottura per la tua abitazione sono convinto che ti troverai bene fin da subito.

In caso contrario, se sei come me un appassionato di cucina, provalo almeno una volta, magari in qualche negozio che fa le dimostrazioni nel fine settimana ai clienti oppure a casa di un amico che ce l’ha.

Sono convinto che ne varrà la pena.

Lascia un commento

Privacy Policy Cookie Policy
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: