Cucina elettrica consumi, vantaggi e svantaggi nel 2019

 

 

Cucia elettrica consumi: quali sono? In questo articolo parliamo dei vantaggi e degli svantaggi della cucina elettrica che nel 2019 come consumi si dimostra più elevata rispetto alla sua diretta concorrente cucina a gas.

Questa è una guida completa per chi sta valutando se acquistare una cucina elettrica o a gas.

Nei paragrafi che seguono vediamo:

  • i consumi;
  • i vantaggi e gli svantaggi;
  • come funziona la cucina elettrica e quali tipi esistono.

Per finire, faremo un piccolo punto di riepilogo rispondendo alla domanda:

cucina elettrica o a gas?

Ma partiamo dal confronto con i consumi per il 2019.

 

 

Cucina elettrica consumi nel 2019

 

Quali sono i consumi della cucina elettrica? I consumi della cucina elettrica nel 2019 sono più alti rispetto alla classica cucina a gas.

In base alla potenza dell’impianto di casa e del tipo di contratto che si ha con il gestore dell’energia elettrica la spesa può variare.

Tuttavia, possiamo stimare che la cucina elettrica ha un consumo del 20/30% in più rispetto a quello del gas.

Sebbene oggi siano davvero tanti gli italiani che hanno scelto di passare a questo genere di cottura, che tuttavia ha tantissimi lati positivi come vedremo nel prossimo paragrafo, c’è da dire che a parità di potenza, la cucina elettrica richiede un maggior consumo di energia rispetto alla cucina a gas.

Sebbene i primi modelli di cucina elettrica portavano le diverse piastre a riscaldare una buona parte del piano cottura circostante, oggi questo problema si è risolto di molto, riducendo lo spreco di energia e di consumi.

Tuttavia, questa caratteristica si trova negli ultimi modelli e non in quelli vecchi.

 

Quanto costa una cucina elettrica?

Dipende dal modello che si sceglie, tuttavia in line generale è più costosa della cucina a gas.

 

La cucina elettrica fa risparmiare rispetto al gas?

No, in linea generale la cucina elettrica consuma di più di quella a gas.

 

Quali pentole vanno utilizzate nella cucina elettrica?

Nella cucina elettrica con piano in vetroceramica può essere utilizzata qualsiasi tipo di pentola.

Nella cucina elettrica a induzione bisogna utilizzare delle specifiche pentole o gli adattatori.

Cucina elettrica vantaggi e svantaggi
Photo by Pixabay

 

Cucina elettrica vantaggi e svantaggi

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi della cucina elettrica? Scopriamo tutti i lati positivi e negativi della cucina elettrica.

 

Cucina elettrica vantaggi

1 – Permette di cucinare senza gas, modo più sicuro e soprattutto che si adatta anche in quelle case dove non c’è un allaccio.

2 – A differenza della classica cucina a gas, la cucina elettrica ha il piano cottura liscio e piano, una caratteristica che rende le pentole stabili riducendo al minimo il rischio di rovesciarle.

3 – La cucina elettrica è molto facile da pulire data la sua superficie lisca e in vetroresina.

4 – Non c’è bisogno di acquistare pentole particolari per questo genere di piano cottura, qualsiasi tipo di materiale può essere usato in questa cucina (a differenza della cucina ad induzione per la quale, però, ci sono degli appositi adattatori).

5 – Le moderne cucine elettriche sono davvero belle da vedere, si tratta di un elettrodomestico che dà qualcosa in più alla casa.

6 – La cucina elettrica è una scelta ecologica, che riduce la emissioni di CO2, a partire dalla tua abitazione.

 

Cucina elettrica svantaggi

1 – Il consumo di energia elettrica è elevato.

2 – La bolletta della luce aumenta, in proporzione di più rispetto a quanto diminuisce quella del gas.

3 – ll prezzo di partenza è più alto rispetto alla classica cucina a gas (anche se con il tempo i prezzi stanno scendendo).

4 – Utilizzare una cucina in casa significa richiedere una maggior potenza all’impianto, soprattutto se mentre si cucina si utilizzano altri elettrodomestici ad alto consumo.

 

Come abbiamo visto, gli svantaggi della cucina elettrica sono i consumi e i costi di partenza.

Tuttavia, è bene e giusto sottolineare che non si tratta di spese eccessivamente elevate, soprattutto quando parliamo degli ultimi modelli.

A tal proposito, la cosa migliore da fare è sempre quella di rivolgersi ad un punto vendita specializzato (magari sia in cucine elettriche che a gas) e farsi della delle informazioni più dettagliate su:

  • i consumi;
  • la possibilità di aumentare la potenza del contatore di casa.

E’ solo scegliendo un singolo modello che si possono avere nel dettaglio queste informazioni che in questo articolo vengono trattate in modo generale.

Inoltre, c’è da aggiungere un’altra questione molto importante.

Sebbene la cucina elettrica sia più costosa se paragonata ad una classica cucina a gas, c’è da aggiungere che un buon modello ha una durata di vita davvero molto elevato.

Quindi parliamo più di un investimento che di una spesa.

 

Cucina elettrica come funziona?

Quando parliamo di cucina elettrica possiamo riferirci a due diverse tipologia:

 

Cucina elettrica con piani radianti o alogeni

Le moderne cucine elettriche, oggi molto diffuse su tutto il territorio nazionale, sono quelle con il piano cottura rivestito in vetroceramica.

Quest’ultimo è tra i materiali più resistenti al calore, nonché resistente a fattori esterni come urti e sostanze corrosive.

Insomma, è davvero difficile da danneggiare e la sua superficie liscia è anche antigrafi.

Il piano cottura si riscalda tramite delle resistenze (radianti) che hanno una forma rotonda di diverse dimensioni per i diversi utilizzi:

  • piano cottura in vetroceramica piccolo;
  • pino cottura in vetroceramica medio;
  • piano cottura in vetroceramica grande.

Quindi le resistenza circolari scaldano le pentole tramite la vetroceramica.

Oltre ai radianti, è possibile utilizzare le cucine elettriche con piano cottura alogeno, una resistenza che scalda grazie ad una potentissima lampada ad infrarossi.

 

Cucina elettrica a induzione

La cucina elettrica a induzione è molto diversa dalla cucina elettrica con piano cottura in vetroceramica.

Difatti, la cucina elettrica ad induzione utilizza una tecnologia molto diversa, ovvero riscalda la sua superficie grazie ad un campo magnetico che viene generato da delle bobine: il calore si genera solo se il piano cottura è a contatto con la pentola.

Questo aspetto rende il calore concentrato solo sulla pentola, limitando al minimo la dispersione del calore.

A differenza dalla cucina elettrica con piano cottura in vetroceramica, la cucina elettrica a induzione ha bisogno di pentole specifiche.

Tuttavia oggi come oggi è possibile acquistare, a prezzi davvero bassi, gli adattatori delle pentole per la cottura ad induzione, dei comodi strumenti da cucina che permettono di utilizzare qualsiasi pentola su queste superfici.

Un punto a favore da chi è stato sfiduciato fino ad oggi per paura di dover cambiare tutte le pentole.

Tuttavia, la cucina elettrica ad induzione è molto più costosa rispetto alla classica cucina a gas.

Ci sono anche altri aspetti da valutare.

Uno, da non trascurare, è che la cucina ad induzione è molto potente.

Questo è uno dei motivi che oggi ha spinto tantissimi appassionati a passare alle semplici piastre a induzione (economiche, potenti e rimovibili), uno strumento che permette di mantenere la cucina a gas pur avendo una singola piastra ad induzione, per la quale non c’è nemmeno bisogno di cambiare la potenza del contatore.

 

Se sei un amante dei fornelli, questo è uno strumento che porterà grande valore nella tua tavola.

 

Cucina elettrica professionale

In molti ristoranti oggi vengono utilizzare le cucina e induzioni o le relative piastre.

Solitamente questo avviene quando si parla di ristoranti che non posso, per i motivi più diversi, utilizzare il gas.

C’è da dire che la cucina ad induzione è davvero molto efficiente, soprattutto se paragonata alla cucina elettrica con piano cottura in vetroresina.

 

Cucina elettrica o a gas?

Arriviamo all’ultimo paragrafo di questo articolo con le idee sicuramente più chiare.

Quindi cosa scegliere?

Cucina elettrica o a gas? Non c’è una risposta netta.

Ci sono milioni di italiani che si sono innamorati della cucina elettrica e dei suoi tanti vantaggi che abbiamo visto in questo articolo.

Per loro il fatto di avere una bolletta della luce più alta (nonché quella del gas più bassa) e una spesa fissa di partenza più elevata, è un ottimo compromesso date le ottime prestazioni delle nuove cucine elettriche.

Inoltre, aspetto non da trascurare, c’è da dire che in molte casa il gas non arriva.

Ma non è tutto.

Dobbiamo anche aggiungere che la cucina elettrica risparmia le non poche difficoltà che spesso si hanno in alcune abitazioni nel fare il primo allaccio del gas, una pratica che in alcuni casi non solo è molto costosa ma anche molto lenta.

C’è anche da aggiungere che la cucina elettrica è soggetta ad una manutenzione davvero ridotta rispetto a quella a gas.

Inoltre, cucinare con energia elettrica è più sicuro che cucinare con il gas, anche se oggi le moderne cucina a gas sono molto sicure, non si possono paragonare alle moderne elettriche.

Lascia un commento

Privacy Policy Cookie Policy
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: